Anche i dipendenti del Comune di Rimini sono a disposizione dell’Azienda sanitaria per aiutare il contrasto del Covid-19, affiancando il Dipartimento di Igiene pubblica. Sono già arrivate le prime adesioni all’invito lanciato dal sindaco Andrea Gnassi rivolto ai dipendenti assegnati a vari uffici che, a causa dell’emergenza sanitaria, hanno visto una riduzione dell’attività ordinaria.

Raccogliendo una richiesta della direzione generale dell’Ausl Romagna, l’Amministrazione ha quindi sondato la disponibilità dei dipendenti a dedicarsi in questa fase di emergenza al lavoro di tracciamento dei contatti dei soggetti positivi al virus Covid-19.

L’ipotesi dell’Amministrazione è quella di dedicare a questo servizio circa una decina di dipendenti, sono già almeno cinque dipendenti che hanno dato la propria disponibilità.

Un ottimo esempio, magari anche altri comuni dell’Emilia Romagna, adotteranno questa misura, così importante e utile per snellire il carico di lavoro delle vari asl.